Crea sito
Privacy Policy







Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Shubham Banerjee – 12 anni inventa stampante braille con i Lego
24-02-2014, 23:15
Messaggio: #1
Shubham Banerjee – 12 anni inventa stampante braille con i Lego
contenuto-alt

E’ una storia incredibile quella di Shubham Banerjee, un dodicenne che, non solo ha inventato e realizzato una stampante braille (per non vedenti) low cost, ma l’ha fatto utilizzando i Lego.

Nato a Hasselt, in Belgio e trasferitosi con la famiglia in California all’età di tre anni, attualmente frequenta la Campione School di San Jose, la scuola per cui ha ideato questo progetto, come un semplice compito di scienze, e che gli ha consentito di essere premiato come ideatore della migliore invenzione dell’anno.

La sua passione per i lego è iniziata da piccolo, quando aveva 2 anni, e nel corso del tempo non l’ha mai abbandonata, realizzando cose sempre più difficili e complicate fino al giorno in cui la sua famiglia, casualmente, riceve un volantino come tanti in cui si chiedeva aiuto attraverso donazioni per le persone non vedenti.

Vista la sua età, Shubham non si era mai occupato prima di problemi di questo tipo e non riusciva proprio a capire come le associazioni di persone ipovedenti fossero costrette a cercare aiuto economico in quel modo, bussando quasi di porta in porta.
E in questo modo, per la prima volta, attraverso le spiegazioni dei genitori viene a conoscenza della scrittura braille.

Rimanendo molto colpito da quella realtà inizia a prendere molto a cuore quella richiesta di aiuto, tanto da cercare maggiori informazioni sull'argomento tramite Google e scoprire che, nel Mondo, ci sono 285 milioni persone non vedenti, delle quali il 90% vive nei Paesi in via di sviluppo e molti di loro vivono vicino alla soglia di povertà.

Durante le sue ricerche, Shubham si è reso conto che il costo medio di una stampante braille supera i 2000 dollari e, forse anche grazie alla sua ingenuità di ragazzo, ha pensato che fosse assurdo che persone già svantaggiate dovessero affrontare una spesa simile, e come i costruttori delle stampanti braille pensassero di guadagnare soldi invece di aiutare le persone.

Ed è così, nel tentativo di fare di questa causa la "sua" causa, che ha deciso di sfruttare la sua passione per i Lego e, utilizzando un kit Lego Mindstorms EV3 e il suo enorme talento, si è messo ad elaborare il suo progetto.
Dopo svariate prove, smontando, rompendo e rimondando 7 kit diversi, Shubham è finalmente riuscito a realizzare la "sua" stampante.

Il risultato è BRAIGO v1.0 (mix fra le parole Braille e Lego), creato utilizzando appunto il kit Lego, alcune add-ons aggiuntive del costo di circa 5 dollari ed un software sviluppato appositamente da lui per questo proggetto.

Collegando BRAIGO ad un pc, attraverso il software da lui sviluppato, si può stampare qualsiasi testo con i caratteri braille in rilievo dalla A alla Z.
Non ancora soddisfatto si è ripromesso di apportare continui perfezionamenti alla sua invenzione fra le quali quella di migliorare la velocità di stampa che attualmente è dai 5 a 7 secondi a lettera.
Con il prossimo modello, che si è già prefissato di realizzare, creerà anche un plug-in per poter utilizzare la stampante con gli smartphone.

Il lieto fine di questa già straordinaria storia è che Shubham si sta impegnando per rendere il suo software un open-source da mettere a disposizione delle community online, in modo che chiunque, con il kit a disposizione, possa crearsi da solo ed utilizzare la propria stampante braille con un costo di circa 350 dollari.

Non ancora soddisfatto ha deciso di non brevettare nulla, anzi ha deciso di mettere a disposizione di tutti il codice del software in modo che chiunque possa prendere l'idea e svilupparla ulteriormente.
Questo ragazzo oltre ad essere dotato di un grande talento, è anche molto umile e altruista, tanto da pensare che la sua idea possa essere un punto di partenza per sviluppare un sistema più completo ed efficiente, da mettere a disposizione di tutti, chiedendo anche aiuto ad alcuni amici di famiglia (ingegneri, meccanici ecc.)

E come se non bastasse, sta anche realizzando una serie di filmati postati su Youtube per spiegare passo passo come costruire BRAIGO!

L’azienda Lego ha commentato la notizia affermando di essere davvero orgogliosa del lavoro e dalla causa che è sostenuta.

Ulteriori aggiornamenti continui sono disponibili sulla pagina di Facebook e Google+ dello studente.


Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


[-]
Condividi (Mostra Tutti)
Facebook Ok Notizie Tumblr Yahoo! Twitter Google+ Linkedin Blogger MySpace StumbleUpon

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

Contattaci | humus sapiens ita | Torna all'inizio della pagina | Torna al contenuto | Modalità archivio | RSS Syndication